Verbali LCCI

Verbali Lizard Club Italiano

 

Articoli Soci

 

Archivio Articoli

 

Origini img

 

Articoli Estero

articoli estero

 

Spilla LCCI

 

 

 

 

 

Il Lizard

 

best dorata liegi500

E’ un canarino a piumaggio scuro, che può essere paragonato al verde delle altre razze, ma non un verde puro, bensì misto con bronzo e bruno; tuttavia il bronzo/bruno deve essere ridotto al minimo possibile e Il Lizard possiede lo stesso pigmento base dei verdi, vale a dire è un canarino a fondo giallo frammisto a un pigmento scuro (melanico).
Tutti i Lizard devono essere scuri (self dark) senza alcune chiazze o schiarite tranne che nella calotta : essa deve coprire la testa nettamente, ma può mostrare qualche interruzione o mancare del tutto : in questo caso la scagliatura deve essere ben evidente e nitida.
Suddivisione del colore
Due sono i colori base: dorato (gold) e argento (silver) che corrispondono al giallo (yellow) e al camoscio (buff) o meglio all’intenso (non frosted) e al brinato (frosted)
E’ necessario che i neofiti imparino a distinguere i due tipi sia per gli accoppiamenti che per le esposizioni. In ogni modo la distinzione è facile.


Scaglie
Entrando ancor più nei dettagli del Lizard, si deve chiaramente affermare che la caratteristica fondamentale è rappresentata dalle scaglie (spangling), quindi non la calotta come più volte si sostiene. Infatti nella scala valori la L.C.A. riserva 25 dei 100 punti alle scaglie.
Un ottimo scrittore tempo fa asserì  ” Un Lizard senza calotta ma con ottime scaglie è sempre un Lizard, mentre uno con calotta perfetta ma scaglie scadenti non è un Lizard.”

Le scaglie sono piccole mezze lune in file parallele che corrono in crescendo dal termine della calotta alla parte terminale del dorso : infatti il vecchio nome del Lizard nel North Country era “mooned’uns “ cioè ricoperto di lune.
Qualità del piumaggio
Il Lizard ha un piumaggio di qualità eccellente ed è raro che un soggetto sia migliore di un altro (non si parla di colore di fondo ma di tessitura).
Il piumaggio deve essere folto, composto, brillante e senza sbuffi. Nei dorati è descritto come setoso (silky) e negli argento vellutato (velvety).
 
 
Colore di fondo
Per i dorati il colore va dal giallo/bronzo (yellowish bronze) al castano profondo (deep chestnut); per gli argento dal grigio argento (silver grey) al caldo color camoscio (warm buff).
Il colore di fondo è sempre più carico nei maschi rispetto alle femmine, sia nei dorati che negli argentati.
Nel primo anno di vita, nessuna schiarita o penna chiara deve essere presente.
Rowings
Meglio conosciute come scaglie pettorali, non appaiono chiare e nitide come quelle dorsali per la differente tessitura dei due piumaggi.
Ancora oggi numerosi sono i Lizard con rowings insufficientemente espresse, non ben definite e ben staccate le une dalle altre. Bisogna tuttavia rilevare che le rowings sono più evidenti negli argentati rispetto ai dorati e nelle femmine rispetto ai maschi.
Ali e coda
Ali e coda del Lizard sono descritte come nere, ma ciò è più un ideale che un dato di fatto.
Buona parte della penna è nera, però è anche presente un margine più chiaro : bronzo dorato per i dorati e grigio argento o bruno per gli argento, margine più esteso nelle femmine che nei maschi.
Nei migliori soggetti questo margine è molto ristretto mentre, anche in questi, dopo il primo anno, detto margine aumenta e appaiono orlature chiare. I soggetti di più anni, anche con svariate schiarite, sono sempre validi riproduttori perché la presenza di penne con aloni chiari è un normale processo degenerativo e non un difetto.
Calotta
In base alle caratteristiche della calotta, i Lizard vengono così classificati :
1 - Calotta netta     perfettamente delineata, si estende dal termine del becco, sopra la mandibola, sino alla base del cranio. E’ ovale con bordi ben definiti e passa appena sopra l’occhio separata da fini sopraccigli. Il colore è un giallo dorato profondo sia per i dorati che per gli argento.
2 - Quasi netta  contiene qualche piuma scura la cui superficie non copre più di 1/10 della superficie totale della calotta. Sovente tale zona scura si presenta appena evidente sopra la parte terminale del becco o tra occhio e la parte superiore della mandibola. Questi canarini vengono chiamati “ticked cap”
3 - Senza calotta   testa e nuca sono prive di piume chiare, ma sono ben presenti piccole scaglie nitide e ben allineate. Sono soggetti generalmente molto belli, carichi di colore ed utilissimi nella riproduzione.
4 - Quasi senza calotta   è l’esatto contrario della calotta quasi netta, vale a dire piume chiareche non eccedono di 1/10 la superficie totale della calott
5 - Calotta spezzata   è una via di mezzo tra la calotta quasi netta e la quasi senza calotta : una zona scura e con scaglie interrompe in qualsiasi parte la regolarità della calotta. A questa categoria appartiene il 70% dei Lizard; l’interruzione più comune, tra le tante, si nota nella parte centrale del cranio. I soggetti sono molto utili nella riproduzione.E’ necessario specificare che ai fini espositivi, le categorie sono tre : calotta netta, calotta spezzata (detta anche mezza calotta) e senza calotta.

 
Copritrici
Sono le penne che formano un mirabile, artistico merletto tra le scaglie dorsali e le remiganti.
Questa linea di raccordo è composta da penne scure con leggera orlatura castano scuro.


Sopraccigli
Sono una sottile linea di piume scure che partono dalla base superiore della mandibola e passano appena sopra l’occhio, formando un perfetto contorno alla calotta. Talvolta sono assenti anche nei migliori soggetti.


Becco e zampe
Devono essere molto scuri, ma solo pochi esemplari presentano ottima ossidazione; essa è fortemente influenzata dalla luce solare, specie a livello delle zampe.


Tipo
Sino ad oggi non si menziona la voce “tipo” e nessun punteggio appare nella scala punti della L.C.A.
Comunque esiste una chiara immagine che è riconosciuta dagli allevatori. Ad esempio, nessuno desidererebbe un Lizard con dorso troppo ampio dove le scaglie subirebbero una “spaccatura” centrale, o un Lizard con una calotta posta su una testa stretta o troppo piccola.
In sintesi, il canarino Lizard deve essere ben armonioso nelle proporzioni, con petto ampio e arrotondato, e testa larga e rotondeggiante.


Taglia
Il Lizard è una delle razze piccole tra i canarini di forma e posizione lisci : la sua taglia non deve eccedere i 5,5 pollici (cm. 13,5).


Varietà di pseudo "Lizard"
In questi ultimi anni, particolarmente nel Continente, sono apparse nuove varietà di colore prodotte sperimentalmente da alcuni allevatori mediante vari incroci.
Le varietà principali sono : Lizard Blu (con introduzione del fattore bianco dominante) e Lizard Rosso (con introduzione del fattore rosso).
Nessun riconoscimento è stato dato a queste varietà da parte del Club, poiché esse determinano un’indesiderabile introduzione di sangue estraneo in una razza pura ed unica come il Lizard.

FooterLCCI1000x130.png

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.