LgoLCCI

VERBALE ASSEMBLEA SOCI

- 28/10/2018 -

 

Il giorno 28 ottobre 2018 presso i locali della Mostra Specialistica dei Club – Faenza 2018, è indetta l’assemblea annuale dei soci del L.C.C.I. per discutere il seguente Ordine del Giorno:
1) Rendiconto economico finanziario: bilanci preventivi e consuntivi;
2) Nuova Scala Punti che la COM ha adottato;
3) Definizione delle procedure per l'elezione di una Commissione Tecnica del Club;
4) Pianificazione delle mostre specialistiche del 2019 e una eventuale collaborazione coi club di altre nazioni;
5) Varie ed eventuali.-

Sono presenti i vice-presidenti sig. Domenico Mungiguerra  e sig. Fabio Macchioni,  il consigliere sig. Ernesto Benussi ed i segretari sig.  Antonio Petraroli e sig. Ettore Galvano.
Sono altresì presenti i giudici federali sig. Dario Sironi e sig. Nicola Giordano
Dopo ampia consultazione tra i soci intervenuti, comprensiva anche dei contributi ricevuti precedentemente via email, il vice-presidente sig. Fabio Macchioni dichiara quanto segue:
1) Rendiconto economico finanziario: bilanci preventivi e consuntivi:
I segretari relazionano in merito al rendiconto annuale economico finanziario esponendo ai presenti i bilanci preventivi e consuntivi del club che vengono approvati all’unanimità dall’assemblea.
2) Nuova Scala Punti che la COM ha adottato:
“In considerazione del fatto che lo scopo primario del Club, fondato nell’ormai lontano1989, è diffondere la conoscenza e favorire la diffusione del canarino Lizard e che ogni eventuale revisione dello Standard di Perfezione di una Razza debba essere obbligatoriamente mirata al miglioramento della razza stessa,
il LCCI ritiene che le variazioni apportate nel corso della riunione di Cervia della COM/OMJ alla Scala Punti del Lizard arrechino solo nocumento alla razza poiché focalizzano l’attenzione degli allevatori solo su alcune caratteristiche tralasciandone incredibilmente ed inspiegabilmente altre che ritiene essere importantissime e precipue della razza.
Il Consiglio Direttivo del LCCI è venuto a conoscenza delle modifiche apportate allo Standard della razza Lizard solo dopo che i verbali della riunione di Cervia sono stati resi noti. Fino a quel momento le informazioni ricevute si riferivano alla sola modifica delle Categorie COM (Clear Cap, Broken Cap e Non Cap).
Il LCCI ritiene, sulla base dei verbali dei lavori della suddetta riunione tecnica, che ogni eventuale revisione dello Standard di Perfezione di una Razza debba avere il consenso della “nazione madre”, ovvero del paese di origine della razza.
Quanto accaduto a Cervia è tanto più allarmante in quanto la Scala Punti COM preesistente si basava sulla scala LCA (Lizard Canary Association), in vigore da oltre 70 anni, caso unico a nostra conoscenza tra le varietà di canarini.
Siamo oltremodo tutti preoccupati da quanto dichiarato dal presidente Carlos Ramoa in merito al suo punto di vista riguardo la cancellazione del diritto di veto.
Il LCCI è infine persuaso che la finalità condivisa dovrebbe essere piuttosto quella di spronare gli allevatori a perseguire la perfezione definita dallo Standard anziché modificare lo Standard per adattarlo all’imperfette capacità selettive di una minoranza di allevatori.”
Si è data lettura del presente comunicato col quale tutti gli intervenuti convengono.
3) Definizione delle procedure per l'elezione di una Commissione Tecnica del Club:
Una Commissione Tecnica del Club è di fondamentale necessità per la salvaguardia della razza Lizard e per la crescita e l’arricchimento culturale degli appassionati che la allevano.  La stessa avrà il compito di interfacciarsi con quella della FOI/COM al fine di divulgare le corrette nozioni sulla razza in materia di standard, materiale fotografico e grafico in generale, materiale video e nozioni di natura scientifico-zootecnica riguardanti il canarino Lizard. Per quanto attiene alla procedura per l’elezione della CT-LCCI, quest’ultime avverranno nel corso dell’assemblea dei soci del Club del 2019, si ritengono eleggibili tutti i giudici del pannello del Club. La CT-LCCI sarà composta da sette membri. Ogni socio potrà esprimere, con apposito modulo da inviarsi anche a mezzo email all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. , un massimo di tre preferenze. Una volta eletti i membri della CT-LCCI, questi eleggeranno il presidente della CT, il vice-presidente ed il segretario. Quest’ultimo potrà essere anche un membro esterno alla CT.
4) Pianificazione delle mostre specialistiche del 2019 e una eventuale collaborazione coi club di altre nazioni:
Il “Flag Event” del LCCI per il 2019 sarà la Mostra Specialistica dell’ABC che verrà  tenuta nei padiglioni del Polo Fieristico di Faenza, viale Risorgimento 3, sede della Mostra Ornitologica di Faenza ed in gemellaggio con quest’ultima.
La valutazione della realizzazione, tenuto conto delle proposte pervenute, di un ulteriore evento nel centro sud Italia sarà oggetto di una riunione apposita del direttivo. Seguiranno comunicazioni in merito.
5) Varie ed eventuali:
•    Su proposta del giudice e socio Nicola Giordano ed in considerazione degli impegni che graveranno sul Club nel corso del prossimo anno, si prende atto del volere dell’assemblea dei soci di richiedere al Presidente Guglielmo Carrillo di valutare la possibilità, date le necessità personali che lo vedono impegnato e che ne hanno determinato l’assenza anche nel corso dell’assemblea stessa, di rassegnare le dimissioni dalla presidenza del Club.  Il segretario sig. Antonio Petraroli prende la parola e, ricordando e rimarcando il lavoro encomiabile svolto dal Presidente Carrillo nel corso degli anni, riconoscendo l’ineluttabilità di alcuni aspetti personali che ovviamente divengono immediatamente prioritari rispetto alle necessità del Club, si rende disponibile per informare personalmente il Presidente Carrillo del parere dell’assemblea. Stessa identica cosa viene proposta dal giudice e socio sig. Nicola Giordano che aveva per primo sollevato la questione.
•    Il segretario sig. Antonio Petraroli rappresenta all’assemblea la valutazione di uno spostamento, anche parziale nella misura di 130 unità, delle gabbie di proprietà del club che attualmente sono allocate nei container dell’Associazione Bolognese di Canaricoltura presso la sede della Mostra Ornitologica di Faenza in viale Risorgimento 3. Tale necessità va ponderata in funzione della decisione di realizzare in pianta stabile un evento nel centro sud della Penisola. Il CD del Club si riserva di valutare tale proposta e di definire le modalità di tale spostamento e ubicazione finale.
•    Da più soci viene sollevata, sulla base anche di un recente articolo apparso sul blog di Mr. Evans, la questione della colorazione artificiale in giallo di cui si fa oramai largo uso in Italia. Tale colorazione vede l’uso, e purtroppo a volte l’abuso, di colorante artificiale a base di luteina e/o zeaxantina nel range di dosaggio compreso tra 3 e 10 gr. Il segretario Petraroli esterna ai presenti il suo parere in merito: sulla base della sua esperienza, degli scritti del dott. Stradi e più in generale della letteratura relativa alla colorazione del piumaggio degli uccelli, egli ritiene che una normale alimentazione a base di miscela di semi,  pastoncino contenente uova assodate (albume e tuorlo) e farina di mais con l’aggiunta di ravizzone bollito, sia sufficiente a fornire la quantità di luteina e zeaxantina necessaria ad un Canarino Lizard per esprimere al meglio il suo colore di fondo potenziale. Di sicuro vantaggio sarebbe l’impiego di semi ed erbe prative. Ma nel caso, purtroppo assai comune, di scarso tempo a disposizione dell’allevatore, si può ritenere che una dose di massimo 3 gr di luteina (colorante naturale estratto dal fiore tagete) per chilo di pastoncino possa aiutare l’allevatore nel fornire ai canarini la quantità di tale elemento per una corretta e naturale colorazione del piumaggio. Una dose superiore potrebbe essere eccessiva e sfociare in una ‘ultracolorazione’ a tutto svantaggio sia dell’animale che dell’allevatore i cui soggetti verrebbero penalizzati in mostra. Raccomanda infine alla futura CT-LCCI di considerare tale argomento quale primo articolo da produrre e presentare all’attenzione dei soci.
Dello stesso avviso è il consigliere prof. Ernesto Benussi che rammenta come, in tanti anni di allevamento, il solo utilizzo dell’uovo assodato e del ravizzone nella misura di 200 gr per chilo di miscela (scagliola e ravizzone), sia stato assolutamente in grado di far esprimere al meglio il colore di fondo del suo ceppo. Rimarca, ancora, come possa essere controproducente per la selezione l’abuso di tali sostanze coloranti.


Faenza 28 ottobre 2018

il Vice-presidente:

Fabio Macchioni

 

i Segretari:
Antonio Petraroli
Ettore Galvano


(Firme omesse ai sensi dell’art.3, comma 2, D.Lvo. n°39/1993)

FooterLCCI1000x130.png

NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

I cookies sono piccoli file di testo inviati all'utente dal sito web visitato. Vengono memorizzati sull’hard disk del computer, consentendo in questo modo al sito web di riconoscere gli utenti e memorizzare determinate informazioni su di loro, al fine di permettere o migliorare il servizio offerto.

Esistono diverse tipologie di cookies. Alcuni sono necessari per poter navigare sul Sito, altri hanno scopi diversi come garantire la sicurezza interna, amministrare il sistema, effettuare analisi statistiche, comprendere quali sono le sezioni del Sito che interessano maggiormente gli utenti o offrire una visita personalizzata del Sito.

Il Sito utilizza cookies tecnici e non di profilazione. Quanto precede si riferisce sia al computer dell’utente sia ad ogni altro dispositivo che l'utente può utilizzare per connettersi al Sito.

Cookies tecnici

I cookies tecnici sono quelli utilizzati al solo fine di effettuare la trasmissione di una comunicazione su una rete di comunicazione elettronica, o nella misura strettamente necessaria al fornitore di un servizio della società dell'informazione esplicitamente richiesto dall'abbonato o dall'utente a erogare tale servizio.

Essi non vengono utilizzati per scopi ulteriori e sono normalmente installati direttamente dal titolare o gestore del sito web.

Possono essere suddivisi in cookies di navigazione o di sessione, che garantiscono la normale navigazione e fruizione del sito web (permettendo, ad esempio, di realizzare un acquisto o autenticarsi per accedere ad aree riservate); cookies analytics, assimilati ai cookies tecnici laddove utilizzati direttamente dal gestore del sito per raccogliere informazioni, in forma aggregata, sul numero degli utenti e su come questi visitano il sito stesso; cookies di funzionalità, che permettono all'utente la navigazione in funzione di una serie di criteri selezionati (ad esempio, la lingua, i prodotti selezionati per l'acquisto) al fine di migliorare il servizio reso allo stesso.


La disabilitazione dei cookies potrebbe limitare la possibilità di usare il Sito e impedire di beneficiare in pieno delle funzionalità e dei servizi presenti sul Sito. Per decidere quali accettare e quali rifiutare, è illustrata di seguito una descrizione dei cookies utilizzati sul Sito.

Come modificare le impostazioni sui cookies

La maggior parte dei browser accetta automaticamente i cookies, ma l’utente normalmente può modificare le impostazioni per disabilitare tale funzione. E' possibile bloccare tutte le tipologie di cookies, oppure accettare di riceverne soltanto alcuni e disabilitarne altri. La sezione "Opzioni" o "Preferenze" nel menu del browser permettono di evitare di ricevere cookies e altre tecnologie di tracciamento utente, e come ottenere notifica dal browser dell’attivazione di queste tecnologie. In alternativa, è anche possibile consultare la sezione “Aiuto” della barra degli strumenti presente nella maggior parte dei browser.


E' anche possibile selezionare il browser che utilizzato dalla lista di seguito e seguire le istruzioni: - Internet Explorer; - Chrome; - Safari; - Firefox; - Opera. Da dispositivo mobile: - Android; - Safari; - Windows Phone; - Blackberry.

Per maggiori informazioni sui cookie e per gestire le preferenze sui cookie (di prima e/o terza parte) si invitano gli utenti a visitare anche la piattaforma www.youronlinechoices.com. Si ricorda però che la disabilitazione dei cookie di navigazione o quelli funzionali può causare il malfunzionamento del Sito e/o limitare il servizio offerto da Open Source Solutions.